L’Onu contro il Babbo Natale olandese:secondo alcuni esperti sarebe razzista.

Ma l’ONU non dovrebbe occuparsi di cose serie? La domanda mi sorge spontanea leggendo un articolo del Corriere della Sera (lo stesso a cui fa riefimento il titolo di questa entry) così come altrettanto spontanea sorge la considerazione, mia personale, che questi cosidetti “esperti” profumatamente pagati con i soldi di tutti (e sottolineo: tutti) noi cittadini del mondo qualcosa devono pur tirar fuori per giustificare non solo i loro stipendi, ma la loro stessa esistenza all’interno di un’organizzazione come l’ONU.
E si, perchè di fronte a “certe” perle che altre spiegazioni volete trovare?
Oddio, ce ne sarebbe un’altra per la verità, e cioè che questi signori (sigh) siano talmente incapaci… e dunque perfetti per il ruolo di “esperti”.
Solo che insisto: l’ONU non dovrebbe occuparsi di cose serie?
E allora perchè diavolo si impiccia di feste e tradizioni invece di pensare ad esempio, e per restare in tema con la ridicola accusa, a cosa fare con quei paesi dove il razzismo non solo esiste davvero, ma è pure imperante?
Invito questi signori a fermarsi a riflettere un momento sui mali reali del mondo invece di prendersela col San Nicola olandese… farebbero un favore a se stessi (evitando di rivelare fino a che punto sono incompetenti) e a tutti noi che, se non altro eviteremmo di leggere certe scempiaggini.
Ah, se poi putacassero decidessero pure di “collegare il cervello” prima di alzarsi al mattino non sarebbe una cattiva idea.

Annunci