Charlie Hebdo… sinceramente mi fa schifo!

Mi è spiaciuto, e mi spiace tutt’oggi, per i morti di Charlie Ebdo. Mi è spiaciuto, e mi spiace tutt’oggi, perchè nessuno ha il diritto di uccidere per forti che siano le sue convinzioni, per grande che possa essere il disaccordo.

Mi è spiaciuto, e mi spiace tutt’oggi, per quei morti… ma non per la rivista in se!

Ho sempre considerato, e continuo a considerare, Charlie Hebdo una cosa indegna, riviste (o giornali, TV, Radio e/o quant’altro) come quella non meritano di esistere e se chiudesse (e sinceramente non me ne può fregar de meno di chi avesse a ridire) festeggerei.

Si, festeggerei perchè se è vero che nessuno ha il diritto di uccidere chi non la pensa, sente, crede come lui o lei è altrettanto vero che nessuno ha il diritto, meno che meno nascondendosi dietro la copertura di “testata giornalistica presuntamente ironica” di irridere la fede altrui, di insultare, di giocare coi sentimenti.

I giornalisti (ammesso che lo siano) di Charlie Hebdo sanno solo insultare e irridere tutto quello che di buono esiste, sono solo (e ripeto non me ne frega nulla se c’è chi non è daccordo) brutta gente, piena di invidia, rabbia e rancore e l’hanno dimostrato ancora una volta.

Dopo l’ignobile, per non dire blasfema, copertina dell’ultimo numero ecco una bella vignetta

Aylan_secondo_CH

Si dicono giornalisti, ma sono solo bestie e, sinceramente mi fanno schifo!!!

Annunci

6 commenti su “Charlie Hebdo… sinceramente mi fa schifo!

    • Non li ho accusati di razzismo, li ho definiti per quel che sono da sempre:

      brutta gente, piena di invidia e rancore

      E qui mi fermo perchè non intendo aprire nessuna discussione, non su gente che da sempre prende in giro fedi e sentimenti più profondi delle persone, e lo fa da sempre senza esclusione di colpi mascherandosi dietro una tanto presunta quanto inesistente satira.
      E questo è quanto per quel che mi riguarda.

      Mi piace

  1. Personalmente sono una persona molto irascibile ma poco permalosa, quindi difficilmente vengo disturbata dalla satira (o presunta tale). Trovo però che certi utilizzi della libertà di espressione siano un insulto ai nostri padri che hanno sofferto e sono morti per ottenerla, oltre che a tutti coloro che ancora oggi devono combattere per questo diritto. Dovrebbe essere responsabilità di tutti utilizzare la libertà di espressione per cercare di ottenere un mondo migliore. A volte ho l’impressione che alcuni la utilizzino, invece, per soffiare sul fuoco e costruire un mondo peggiore. E’ radicata nelle mie convinzioni la determinazione a far sì che possano continuare a farlo (cadrei in un’imperdonabile contraddizione, altrimenti) ma di certo non posso reprimere l’intimo schifo per l’argomento e per i toni della vignetta. Il “politicamente scorretto”, quello che fa scalpore e cambia le epoche, è ben altro. Questo mi sembra solo cattivo gusto.

    Liked by 1 persona

I commenti sono chiusi.