E poi dicono che Tolkien era un misogino

Ma come si fa, dico io, a dire che Tolkien era misogino? Le parole che mette bocca a Eowin bastano da sole a dire l’assurdità della cosa:

“Cosa temi mia signora?”

La gabbia: stare dietro le sbarre finchè l’abitudine e la vecchiaia le accettino e ogni occasione di valore sia diventata un ricordo o un desiderio

Per non dire del fatto che nell’universo di Tolkien le donne elfo scelgono liberamente il loro “destino” esattamente come fanno le donne hobbit (pensate a Rosie Cotton o a Lobelia ad esempio) e le umane non sono da meno.

E che dire poi dei ruoli che assegna loro?
Galadriel, Elwing, Rosie, Arwen- giusto per citarne alcune- non sono propriamente delle insignificanti “mezze calzette” che si possono facilmente ignorare o mettere da parte, proprio per nulla.
Un misogino che esalta le donne tanto quanto a fatto Tolkien? Ma non fatemi ridere!

Annunci

4 commenti su “E poi dicono che Tolkien era un misogino

  1. Tolkien misogino?? Mahh chi le dice certe scemenze? Ti mando un saluto qui, l’altro giorno mi è capitato di rileggere i brevi racconti che scrivemmo insieme, ricordi? Non erano male, purtroppo ho perso il terzo che avevo scritto io da sola, forse è un segno del destino perché era quello riuscito peggio ahah
    Baci 🙂

    Mi piace

    • E infatti le considerano scemenza, ma sapessi in quanti lo dicono 😦
      Certo che ricordo i racconti a due mani (lol), peccato che tu abbia perso il tuo… e non posso nemmeo aiutarti perchè non credo tu me l’habbia mai mandato, ma per scrupolo darò un’occhiata nel “casino” che chiamo archivio, in caso ti avviso.
      PS. Hai letto l’ultimo “sobrevuelo”? Ti confesso che un po’ di preoccupazione ce l’ho, incrociamo le dita e madiamogli tanti buoni pensieri.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.